Principi di fisica dell’Universo femminile

Isolamento chimico – Recenti studi hanno messo in evidenza la capacità della donna di non restare a lungo isolata senza stabilire legami chimici con individui del sesso opposto. Tale comportamento potrebbe apparire scontato, data la naturale tendenza della molecola D di attrarre la molecola U: in realtà, la natura elettrostatica femminile è a condizione variabile e, quindi, in grado di attrarre e respingere corpi a piacimento e in qualsiasi momento.
Sembra che la donna, mantenendosi isolata a lungo, tema di entrare in uno stadio di decadimento e, quindi, si attivi per ovviare a ciò.
In un uomo tale processo è più ben marcato: una particella M priva di un legame, infatti, decadrà trasformandosi in un “Busone di Higgs”, come verrà simpaticamente etichettato dai suoi compari.

Lo spazio/tempo – Dalla premessa chimica iniziale ne discende che, oggigiorno, riuscire a stabilire un legame con una donna significa intercettare il suo moto nello spazio in quell’arco di tempo in cui non è impegnata e non ha già cominciato a vedere un altro.
Secondo gli scienziati, però, questo non è sufficiente: detto T tale arco di tempo, al suo interno consideriamo T1-1 il tempo durante il quale la donna penserà ancora al suo ex; chiamiamo T1+1 il tempo in cui invece sta già pensando al suo prossimo obiettivo. Esisterà una e una sola breve finestra temporale T1 compresa tra T1-1 e T1+1 in cui questa donna sarà realmente intercettabile. Le difficoltà nell’incrociare una donna in questa finestra derivano dal principio di indeterminazione di Heisenberg, secondo il quale non siamo in grado di determinare stato e moto del pensiero femminile contemporaneamente.
Ricercatori dell’Università della Pene-sylvania hanno messo in luce le scarse probabilità che possa essere tu l’elemento M all’interno di T1+1 e che in base a una Legge di Murphy il tuo momento capiterà sempre troppo presto o troppo tardi.

Senza titolo-1

La teoria quantistica – Alcuni studiosi contestano la teoria della finestra spazio-temporale, proponendo un approccio basato sulla meccanica quantistica proprio in virtù dell’indeterminatezza sopra descritta. In base a ciò, la donna a prescindere sarebbe contemporaneamente libera/impegnata/turbata/interessata/etc e non siamo in grado di stabilirne all’esterno uno stato senza intervenire con un’osservazione diretta, con la conseguenza di modificare il sistema (paradosso del gatto di Schrödinger).

Detto in termini semplici, nel momento in cui ti ci avvicini una donna libera per te diverrà impegnata.

Annunci

30 Pensieri su &Idquo;Principi di fisica dell’Universo femminile

  1. Tra l’altro nel corto intervallo di tempo T compreso fra T-1 e T+1 la particella D subisce inspiegabile l’attrazione di quei Fottoni a massa celebrale nulla ma che sanno trovarsi al momento giusto nel punto giusto dell’universo. E invece gli elementi M classificati Comprensoni e Teneroni che si relazionano a D sorbendosi infinite lamentele sul rapporto oramai concluso T-1, non riescono proprio ad avere lo spin giusto per interagire in modo stretto con la chimica della particella D.

    Mi piace

  2. L’ha ribloggato su Crazy Alice in Wonderlande ha commentato:
    Decisamente carino questo post! Sembra quasi una teoria scientifica, anche se a parer mio le leggi di attrazione tra uomo e donna hanno ben poco di scientifico…magari fosse tutto semplice come la matematica! Alla fine quello che realmente succede è che bisogna “provare…provare provare provare proVARE PROVARE….e alla fini ci si riesce! ” (cit.da “Non ci resta che piangere”, la scena della palla con Amanda Sandrelli e Massimo Troisi)…a trovarci giusti l’un l’altra e al momento giusto!

    Mi piace

  3. Leggendo mi è venuto in mente “Matrix Reloaded”. Non so se conosci il film, ma spoilerando un po’, alla fine Neo Torna alla sorgente, e per arrivarci ha a disposizione solo una piccola finestra temporale. Il problema a quel punto è la scelta: Trinity sta per morire e lui deve decidere se salvare il mondo oppure la sua amata. Alla fine se ne fotte del mondo e la salva proprio nel tempo “T1+n” facendo un gran botto… Non so se mi spiego.

    Mi piace

    • Sì sì, ricordo, anche se i sequel di Matrix ho provato a cancellarli dalla mia mente perché sinceramente non ho proprio apprezzato 😀

      La soluzione da applicare, in campo femminile, è quindi: fregatene di tutto e di tutti e fai saltare tutto! 😀

      Mi piace

      • …i sequel di Matrix in effetti lasciano il tempo che trovano… Ma più che far saltare tutto io direi: fregatene di tutto e tutti e fallo comunque! …anche se la tua interpretazione mi ispira parecchio!!! 🏃🏃🏃

        Mi piace

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...