Fenomenologia sessuale del traffico stradale

Il traffico è una gigantesca competizione sessuale. Siamo lì, tutti a lottare per primeggiare. Uomini, donne, invischiati in questo fiume di latta e scariche adrenaliniche.

Osservate lo svincolo della foto. Voi siete la macchinina nel cerchietto e dovete arrivare all’uscita indicata sulla freccia. Alla vostra destra, una rampa d’ingresso.

Senza titolo-1

Immaginate di non essere soli, intorno a voi ci sono molte altre macchinine che devono raggiungere quell’uscita: alcune provengono dalla vostra stessa direzione, altre dalla rampa alla vostra destra.
Come si procede? Due file incolonnate che avanzano, risposta giusta.

Poi, arriva quello che ha fretta. Quello che pensa di essere più furbo degli altri, sorpassa tutti e si pone alla sinistra della testa della colonna. Il problema è che lui non sa di essere il sassolino che rotola dalla cima della montagna innevata, trasformandosi in gigantesca palla di neve procedendo a valle. Non sa cosa stia scatenando.
Al suon di “e che sono fesso io?”, altre macchinine si accodano dietro di lui. Adesso abbiamo tre file.

Non finisce qui. Com’era quell’aforisma? Genialità è vedere possibilità dove gli altri non ne vedono (l’avrò detto sicuramente male). Ecco, dal fondo della fila appare un genio, che pensa che dove ci sia spazio per tre, ci sia spazio anche per quattro. Vrooom, sorpassa e si affianca agli altri. Due secondi e ora abbiamo 4 colonne.

Siccome i cojòn van sempre in coppia, viene imitato da un altro genio. Cinque colonne.

Il risultato è che all’uscita si crea un gigantesco imbuto: si avanza al ritmo di un metro al minuto. Voi, macchinina del cerchietto, impiegate mezz’ora per raggiungere la freccia. Siccome avete rispettato l’ordine, ora dovete fare attenzione a non venire schiacciati nella morsa di due Suv.

Ah, come non citare quello che suona nervosamente il clacson. Come se quel suono fosse capace di far scomparire le auto davanti. Lo so perché lo fanno, è per reagire al senso di impotenza. Sei lì, bloccato, devi sfogarti in qualche modo. Io proporrei alle case automobilistiche di inserire una palla antistress nel volante.

Il più misterioso, per me, è quello che sorpassa giusto per sopravanzare solo la tua auto. 100 auto in coda, dalla posizione 100 arriva alla 99, tanto sforzo per rimanere come prima. Mi ricorda la Regina di Cuori ad Alice: qui devi correre più che puoi, per restare nello stesso posto.
Cosa gli cambia, vorrei chiedere.
Cambia che ti ha scavalcato, ha vinto la sua lotta con te.
Darwin diceva che esistono due tipi di competizione sessuale: quella basata sulla scelta effettuata dalla femmina, che seleziona il compagno in base al fenotipo (esempio classico: i pavoni), e quella intrasessuale, basata sulla lotta tra i maschi per primeggiare. Ecco, il traffico funziona esattamente in quest’ultimo modo: lotta di tutti contro tutti per arrivare all’agognato svincolo, metafora dell’apparato femminile.

E io?
Io mi son votato all’ascetismo. Lascio sfogare gli altri, li osservo e rido (di me).

Annunci

21 Pensieri su &Idquo;Fenomenologia sessuale del traffico stradale

  1. Misteriose le vie del traffico. Anche i più miti diventano leoni. Forse è il senso di protezione che ti dà l’essere chiuso in un abitacolo, così anche l’individuo alfa si getta nella mischia a reclamare un ruolo predominante

    Mi piace

  2. a me piacciono (per modo di dire) quelli che mentre stai sorpassando ai 130/h (che ricordo ancora essere il limite massimo consentito) ti sfarfallano con gli abbaglianti come se con questo gesto “garbato” potessero smaterializzare l’auto che tu stai superando e farti spostare improvvisamente a destra.

    Mi piace

  3. Storie di ordinaria follia, insomma.
    Ti cito l’aforisma di un amico: “Quando sei al volante non devi essere mai tranquillo, perché se lo sei vuol dire che fai parte della faccia oscura del traffico”.

    Mi piace

  4. Un capitolo illuminante 😀 soprattutto la parte in cui non si capisce l’utilità dell’idiota che sorpassa solo te per mettersi davanti. Guadagno in termini di tempo: zero! Ma penso che sia soddisfazione nei confronti della moglie/marito/fidanzato/a… “guarda, l’ho superato! Sono più possente”.
    Poi io non faccio testo, quando una macchina dietro incomincia a pressare, rallento di qualche chilometro all’ora, giusto per vederlo scaldare e scoppiare in macchina! Un Hulk al volante! ahahah
    Malefico. Lo so.

    Mi piace

    • ahahahah! Lo faccio anche io, sai? Magari non in autostrada, che quelli son capaci veramente di venirti addosso, ma, tipo, per le strade cittadine capita all’improvviso appaia dietro qualcuno tutto “rombante”, magari con la macchina nuova, che vuol far sentire tutta la sua potenza. Allora io comincio a prendermela comoda, a volte metto anche il braccio fuori dal finestrino XD

      Geni del male

      Mi piace

      • In autostrada evito anche io, soprattutto perché non si aspettano il genio che rallenta e finisci a fare da argenteria su un SUV.
        Per le strade cittadine, invece, opto per: a) braccio fuori; b) costante e infinitesimale rallentamento, alzata di musica (così non sento il clacson) e sguardo sorridente. In ogni caso è bellissimo vedere il tipo/la tipa dell’auto dietro che diventa un gorilla incazzato. Lo vedi proprio che non sta nella pelle, vorrebbe passarti sopra con la macchina! 😀 ahahahahahahahahahha

        Mi piace

  5. il mio sogno è possedere un auto con lame rotanti e spuntoni di acciaio, ovviamente estraibili qual’ora si presentasse l’occasione. L’occasione di far abbassare la cresta ai soliti individui che hanno la colpa di sentirsi più furbi degli altri..ahhhh (sospiro e sogno)

    Mi piace

  6. In effetti visti dall’alto queste macchinine sembrano tanti piccoli girini che nuotano in cerca del loro ovetto in cui infilarsi. E quindi lo sgomitamento, il sorpasso e la gara per imboccare per primi l’uscita è del tutto giustificata.

    Mi piace

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...