Non è che vivi in una strada privata del necessario

Nel mio girovagare ho incontrato un tale. Un tale che sta ristrutturando il marciapiede fuori l’uscio di casa, a proprie spese.

La strada è pubblica, il marciapiede anche. Però a quanto pare secondo il Comune manutenzione e rifacimento spettano al privato. Non voglio entrare in dibattiti civilistici sulla materia (per chi fosse interessato rimando a siti specifici), mi interessa solo approfondire un punto.

Dicevamo, i lavori spettano al privato. Il quale, però, essendo il marciapiede pubblico, non può però disporne come gli pare per, che so, fare una buca per metterci un baobab o per un carotaggio esplorativo in cerca di petrolio, uranio, pepite a uovo d’anatra.

Ho suggerito al tale di personalizzare il marciapiede. Non credo ci siano disposizioni ostative in merito. A sua gloria sempiterna potrebbe, come una star di Hollywood, piazzare sul cemento fresco una impronta.

Quella del proprio fallo.

Ne è sorta una questione. A riposo o eretto?

Il tale sosteneva fosse meglio eretto, io sottolineavo la difficoltà nel gestire a livello manuale il fallo in quel frangente per abbassarlo a premere sul cemento. La cosa sarebbe possibile solo con grande sforzo e dolore, a mio avviso.


Penso ad esempio a come sia complicata la minzione di primo mattino appena svegli, che costringe il maschio a improbabili squat sulla ceramica per cercar di avvicinare il fallo. abbassandolo, al centro in basso. Ma su questo argomento rimando per approfondimenti futuri a un trattatello che sto scrivendo, il De Orinationae.


D’altro canto, un fallo floscio oltre a non performare nel lasciare l’impronta, non rende neanche tanta giustizia e pubblicità al proprietario.

Abbiamo quindi convenuto per un fallo metà e metà, o barzotto come si suol dire.

Se qualche intendente comunale avrà poi da contestare, gli si farà notare che la prossima ristrutturazione è col cazzo che avverrà.

10 Pensieri su &Idquo;Non è che vivi in una strada privata del necessario

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.