Non è che i piccoli delle pulci siano i pulcini

Ricordo una volta attirò la mia attenzione un annuncio in cui una ragazza cercava lavoro come baby sitter. Alla voce Esperienza aveva scritto «Ci so fare con i bambini, ho due figli».

Indubbiamente è un’esperienza non discutibile.
Mi chiedevo: può bastare? Mi rendo conto che mettere in dubbio le capacità di gestione dei bambini di un genitore sia un campo minatissimo (e l’unico posto che non è minato in questo campo è dove fabbricano le mine, cit), soprattutto se chi commenta genitore non è.

Ma ripropongo la domanda: avere figli vuol dire essere in grado di gestirli, educarli?

Mi sono fatto la stessa domanda qualche giorno fa mentre attraversavo il parco pubblico cittadino. Lo stagno al centro è abitato da un folto gruppo di oche e anatre. Un’oca avrà figliato, c’erano 3 pulcini.

Mentre mi allontano dallo stagno sento un gran starnazzare. Qualcuno sta dirigendo un’automobilina radiocomandata verso i pulcini a riposo. La madre di questi sbatte le ali e gonfia il petto verso il mezzo radiocomandato come a volerlo impressionare, ma la macchinina ovviamente continua la propria corsa. Gli animali quindi scappano via terrorizzati. I pulcini inciampano e rotolano.

Mi volto a vedere chi sia il cagacazzo che rompe le scatole agli anatidi. Un bambino. Con accanto i genitori che assistono divertiti alla scena, esaltati anche magari dalle prodezze del loro campione.

Ora, magari costoro sono degli ottimi genitori in tutto e per tutto, non posso saperlo. Di sicuro son meno ottimi quando il figlio decide che deve disturbare gli animali. Ecco, quindi, il fatto di avere un figlio e di portarlo al parco non li rende edotti in materia di gestione bambini all’interno dei parchi pubblici, posso legittimamente dedurre.

E, in linea di massima, se in giro vediamo che ci sono bambini/ragazzini coglioncelli, non credo di andar lontano nell’identificare la causa in adulti coglioncelli.

Eppure, come dicevo in apertura, credo che uno dei più grossi tabù della società sia il mettere in dubbio le capacità genitoriali. Mai che insegnante, allenatore o un altro adulto a caso discutano del metodo educativo utilizzato da un genitore verso un figlio. È un reato morale che scatena l’indignazione e la rabbia. Una reazione di difesa, come l’oca che sbatte le ali a cercare di difendere la prole. Ci sta, per carità anche se sarebbero da discuterne gli eccessi.

Ad esempio se ti dicono che a scuola tuo figlio rompe, non puoi lamentarti che ti hanno detto questa cosa: o sei tonto da non accorgerti che è uno che rompe, o sei conscio che rompe e non te ne frega niente. E alla fine quel che fai in entrambi i casi è negare la realtà e offenderti perché si sta sfidando il tabù della messa in discussione.

Certo però che pesantezza gestire questi adulti.

Pubblicità

13 Pensieri su &Idquo;Non è che i piccoli delle pulci siano i pulcini

  1. Non è che se uno si sposa poi debba necessariamente fare figli. 😅

    Ebbene sì, essere genitore è molto impegnativo, soprattutto se sei disposto a metterti in discussione a ogni piè sospinto.
    Quando nasce un bambino nasce un genitore che, però, non sempre è pronto per esserlo.

    Piace a 1 persona

    • Secondo me pronti lo si è proprio in casi rari.
      Poi ci sono quelli che imparano, cammin facendo. È un gioco di crescita reciproca, tra bambino e adulto.
      Poi ci sono adulti mai cresciuti e che mai cresceranno…

      "Mi piace"

  2. Purtroppo fanno figli cani e porci… I figli dei miei vicini rompono le palle al mio cane, che se ne sta in pace nel giardino. Si mettono fuori dal mio cancello pedonale e lo provocano. Giustamente il cane, sentendosi provocato va al cancello e abbaia, rizzando il pelo. E quelli continuano. I genitori,invece di insegnare ai figli che non si dà fastidio agli animali, che per giunta sono a casa propria, se ne sbattono e lasciano che rompano i cosiddetti. In questi momenti ringrazio gli dei di non avere figli.

    "Mi piace"

  3. La risposta è: no. Essere genitori non implica essere esperti gestori di minori.
    Non a caso esistono diverse professioni di supporto in tal senso.

    Il fatto è che il bambino viene sfornato senza libretto di istruzioni: qualche guaio lo si combina sempre. 😁

    Piace a 1 persona

    • Purtroppo è una cosa che accade sempre più spesso, vuoi per stanchezza cronica, vuoi per pigrizia, vuoi per super impegno, ormai ci sono le baby sitter elettroniche…lo vedo nei ristoranti, dove gli adulti per mangiar tranquilli mollano i telefoni ai figli. Che poi, vorrei dire, è un’ammissione di incapacità di gestione…io stavo tranquillo a tavola perché dovevo…senza baby sitter elettroniche (che poi non c’erano!)

      Piace a 1 persona

  4. Gli errori coi ragazzini sono praticamente la regola.
    Non esistono metodi “scientifici”, causa-effetto, per cui applicandoli alla regola ti viene fuori un mansueto studioso di astrofisica filosofica comparativa coi sottotitoli in malese.
    Di quel poco che ne ho capito, i figli, fondamentalmente, ti assediano. A volte non se ne accorgono, o a volte siamo noi a lasciarli fare, ma è sempre una specie di gioco in cui loro trovano una falla e provano ad allargarla e tu a metterci toppe; per loro è necessario come sarebbe, per esempio, che un cucciolo di leone provasse a sopraffare la leonessa per rubargli la preda appena cacciata, ed è nostro dovere lasciarglielo fare, ma non senza qualche difficoltà. Una palestra, insomma.

    Piace a 2 people

    • Sostanzialmente è come dici, è tutto un gioco di spostamento di confini, giocato sempre sul limite; il problema penso sia quando il figlio si accorge di quanto siano farlocchi i tuoi confini e tende a ignorarli, e lì vedo genitori che mi sembrano totalmente sopraffatti e in balìa della prole.
      Come quando Madre mi racconta le domande dei genitori all’asilo, del tipo “Ma come fate a vestirli, a me se ne scappa sempre per casa e ci metto un’ora”.

      "Mi piace"

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.