Non è che a Ponzio Pilato servisse il sapone per lavarsene le mani

Sono il tipo di persona che a volte si sente a disagio perché non sa quale è il modo giusto di comportarsi in una situazione; ed è proprio qui il nodo del problema, il ragionare in termini di giusto o sbagliato. Come se il mondo fosse una di quelle storie a bivi dove conta solo e sempre cercare il percorso corretto.

Sono così concentrato sui miei disagi che a volte dimentico che tutti noi esseri umani possiamo anche essere il disagio di qualcun altro.

Ad esempio, credo di aver messo più di una volta involontariamente in imbarazzo una ricercatrice che bazzica nei laboratori della Spurghi&Clisteri dove lavoro.

È capitato, negli ultimi giorni, che mi trovassi a lavarmi le mani, dopo pranzo, proprio mentre lei era nel bagno delle donne credo di certo impegnata con l’opzione numero 2.


Non approfondisco il discorso, ma era intuibile dall’esterno.


E tutte e tre le volte, quando è uscita, nell’accorgersi della mia presenza, è trotterellata via a testa bassa.

Non è certo colpa mia se mi trovavo lì: adesso ho però preso l’abitudine di cambiare orario di lavaggio mani.

3 Pensieri su &Idquo;Non è che a Ponzio Pilato servisse il sapone per lavarsene le mani

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.