Non è che il barbiere mangi in bianco perché evita i pelati

Una delle principali preoccupazioni quando si cambia città, è una delle principali preoccupazioni di alcune persone.

Mi riferisco a trovare un barbiere di fiducia.

Non è facile cambiar barbiere come si cambia banco salumeria. Stiamo parlando del farsi mettere le mani in testa da un estraneo.

Ho usato un metodo scientifico. Ne ho cercato uno su Google Maps nella mia zona. Ne ho trovato uno dal nome internazionale, che mi richiamava alla mente una catena di barberia che avevo trovato a Budapest. Con Budapest non aveva niente a che fare, ma mi dava l’idea di poter essere adatto a uno come me, a qualunque tipologia io appartenga per definirmi uno come me.

Il prezzario di questo saloncino recitava: Taglio 25€, Rasato 15€. E poi via via con le altre opzioni per farsi radere o rifinire barba e baffi.

Ero conscio di trovarmi a Milano e non a casa mia dove il mio barbiere mi fa 8 euro e 50 per doppio shampoo, taglio e rifiniture, ma 25 mi sembrava un po’ troppo. Potevo risparmiare 10 euro rasandomi a zero, ma anche quella cifra per uscire niente più che pelato non mi entusiasmava.

Quindi ne ho cercato un altro. Ho lasciato perdere i nomi internazionali e sono andato da “Mario”. Il salone credo che la cosa più internazionale che avesse visto era la Terza Internazionale.

Mobilia anni ’70, tutta laccata marrone. Poltroncine di pelle. Lo spruzzino con la pompetta, che mi era familiare: era lo stesso spruzzino che aveva il barbiere da cui mi portava mio nonno quando ero piccolo. Nota: aveva 80 anni e il suo salone era rimasto agli anni ’50.

Questa atmosfera familiare mi ha convinto. Anche Mario: è una persona affabile e che ti mette a tuo agio.

La macchinetta che usa ha due sole modalità: non taglia, oppure taglia solo le punte. Lo sfumato rasato non sa cosa sia.

Gli ho chiesto se poteva tagliarmi la riga – visto che di solito porto la riga di lato rasata – e lui mi ha pettinato i capelli da un lato. Non ho insistito perché credo quindi che non sia pratico della cosa e ho pensato fosse meglio non fare esperimenti.

Ho pagato comunque 15€ ma almeno non sono uscito pelato (tranne che nel portafogli, forse)!

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;Non è che il barbiere mangi in bianco perché evita i pelati

  1. Dai cinesi te la cavi con 8-10 euro. Io ne pago 25€ dal mio anziano ma sempre valido barbiere calabrese, però parliamo di donne e formazioni di calcio degli anni 60-70, perciò e’ come andare al cinema, soldi ben spesi. Ha anche le sue teorie salutistiche con quella che lavarsi spesso i capelli non va bene e lavarsi anche troppo tra le dita dei piedi non va bene. Poi mi fa anche un gioco di prestigio perché mi passa un ferro incendiato sulle punte, dice che estrae gli acidi. Uno sciamano, più che un barbiere, una specie protetta. Purtroppo è juventino e razzista e ogni tanto gli parte la scheggia, in quel caso bisogna farlo calmare parlandogli di Boniperti e Gina Lollobrigida.

    Mi piace

  2. Ciao!
    Sono nuovo qui e devo dire che sei veramente bravo, più che altro mi piace lo stile con cui scrivi.
    Sono un po’ sorpreso del fatto che tu, con così tanti seguaci sia ancora su WordPress.com.
    Perché non sei passato ad altervista?
    Li hai tutto: WordPress, plug-in, il plug-in seo che ti mette in cima nelle ricerche e cosa più importante: monetizzazione supervalutata.
    Io faccio circa 1 cent ogni 2 views, quindi immagina tu.
    Mi chiedevo se ti andasse di fare un articolo insieme.
    Io, nel mio blog, parlo di videogiochi informatica e cose così, mentre tu nel tuo parli di argomenti del tutto differenti, potremmo collaborare e unire i due pubblici.
    Oppure sponsorizzarci a vicenda.
    Fai tu, link al sito: readygamerblog.altervista.org
    Invece se sei da desktop: readygamerblog.altervista.org/novità
    Saluti readygamerblog

    Mi piace

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.