Non è che per il farmacista gli Oki siano lo specchio dell’anima

Non ho mai capito quelli che partono per trovare sé stessi.

Io farei un viaggio per non ritrovarmi più. Mi lascerei un biglietto di commiato con l’invito a non cercarmi. Sto bene, non ti preoccupare, ho soldi, telefono e medicinali, e poi non mi farei sentire più da me.

La fuga andrebbe preparata con attenzione perché non vorrei scoprirmi e dovermi poi esibire in imbarazzanti spiegazioni davanti allo specchio con cose di sensi di colpa e vergogne.

La meta ancora non la so ma anche se la conoscessi non la scriverei qui per paura poi di passare a rileggermi.

È un passo importante, ci vuol coraggio. Ma ci vuol anche coraggio a restare. L’importante è fare una scelta coraggiosa, qualunque essa sia. Coi ragazzi, a scuola, a volte concludevo dicendo «Sceglietevi una battaglia» (e mi devo sempre fermare dal partire con Scegliete la vita. Scegliete un maxitelevisore del cazzo; scegliete lavatrici, macchine, lettori CD e apriscatole elettrici). E quando sarebbe arrivato – perché arriverà prima o poi – qualcuno a dire «Ma perché non fate questo? Perché non prima…?» invitavo a rispondergli «Perché, tu che fai, a parte criticare?».

La cosa peggiore, a mio avviso, è l’ignavia. È il non far niente. Il non-scegliere. Il Limbo. Non quello che si faceva alle feste, che mi chiedo se qualcuno pratichi ancora. Di certo non alle feste dove vado io perché dopo i 30 anni certi movimenti si fanno pericolosi.

Un po’ tutto comincia a essere pericoloso dopo i 30. A cene o a feste non si va senza portarsi dietro il trio OMG. Che non sta per Oh My God ma per Oki, Maalox e Gaviscon. C’è gente che si defila non più per scambiarsi il fumo ma bustine di medicinali.

Per non parlare dei mal di testa il giorno dopo e quella sensazione di chiodi nelle tempie soltanto per aver bevuto un bicchiere di troppo.

Con queste premesse e cose di precarietà fisica e disagio di stomaco ci vuol proprio tanto coraggio a scegliere di fuggirsi dopo i 30.

19 Pensieri su &Idquo;Non è che per il farmacista gli Oki siano lo specchio dell’anima

  1. Gintoki, quoque tu…?

    Premetto che non c’è polemica o arroganza in questo commento.
    Ogni volta che leggo qualcosa sugli acciacchi dei trentenni, lo faccio con una certa ironia. So che sono post leggeri, eppure ne leggo sempre di più e non riesco a non fare il paragone con me stessa… Io ho gli anni di Cristo, eppure continuo ad avere lo stile di vita che avevo a vent’anni… non sento molta differenza tra i miei venti e i miei trenta; continuo a fare certi movimenti e continuo ad andare alle feste… sarà perché le volte che ho tirato fino alle cinque si contano sulle dita di una mano, sia prima che adesso, e non ho l’occasione di accorgermi che sono da rottamare? 😀

    "Mi piace"

    • Sai cos’è, credo subentrino più componenti: un po’ è l’abitudine, lo stancarsi di fare le stesse cose di 10 anni prima; un po’ è che magari nei posti che eri abituato a frequentare c’è stato un ricambio generazionale e quindi ti trovi in mezzo ai 20enni. Non che ti faccia sentire vecchio ma cominci un po’ a non sentirti appartenere a quel posto. Poi magari a 30 hai più impegni e responsabilità ed arrivi la sera più stanco di quando ne avevi 20. Poi un po’ cambiano anche le abitudini alimentari: io fino a qualche anno fa di ritorno dalla serata potevo far sosta spuntino alle 2 mangiando pizza o felafel. Oggi non lo faccio, perché cerco di mangiare meglio e più sano. E un po’ credo il metabolismo sia cambiato e lo accuserei 🤣…Sì comunque alla fine si esagera e ironizza un po’, fossero questi gli “acciacchi”…Anzi, oggi rispetto a 10-15 anni fa sono in forma fisica migliore. Però, ripeto, ho notato in me e nei coetanei un cambio di approccio verso il divertimento, che oggi tende a essere più “conservativo” verso il proprio fisico.

      Piace a 1 persona

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.