Non è che hai vissuto un quinquennio luminoso solo perché lo chiami “lustro”

Ho incontrato un tizio che non vedevo da anni e col quale non ho mai avuto molto da dire ed è stato bello vedere che nonostante il tempo sia passato non avevamo ancora niente da dirci.

Sembrava tutto così perfetto poi lui ha detto una cosa:

– Dammi il tuo numero, qualche sabato ti chiamo, ci prendiamo un caffè.

Poi ci siamo resi conto che entrambi avevamo il numero dell’altro ed è stato evidente che non avevamo mai sentito l’esigenza di metterli in comunicazione, nonostante ciò lui ha insistito sul fatto che mi avrebbe chiamato per questo caffè e la cosa ha tolto un po’ di magia al nostro incontro.

Chi propone una cosa simile sa già che non la metterà in pratica, così come chi ascolta sa già che non verrà messa in pratica e per di più ci spera che non avvenga mai. Sono tanti i caffè che mi sono stati proposti e che poi non si sono mai concretizzati, prendo infatti caffè con le stesse persone dal 2006 con una certa fedeltà alla linea e anzi io nemmeno potrei berlo il caffè poiché di recente mi è stato diagnosticato il reflusso gastroesofageo, che si è rivelato molto utile come scusa da opporre per non mangiare peperoni, visto che li ho sempre odiati in qualsiasi modalità di presentazione e puntuale a sentire ciò arriva qualcuno ad esclamare, con Sorpresa&Sconcerto, Ma cooome?, come se poi ogni persona non avesse le proprie personali idiosincrasie e non avesse il diritto di non farsi rompere il cazzo per questo.

Questo post è per dire che bisognerebbe smetterla con i caffè promessi per circostanza. Seppur utile convenzione sociale come formula di congedo dal prossimo – Oggi ho da fare ma promettiamoci di rivederci -, in questa occasione mi ha fatto rimaner male, stiamo bene così incrociandoci per caso ogni lustro, non dobbiamo prometterci niente, queste cose lasciamole alle persone che non sanno come evitarsi, noi abbiamo un rapporto che non ha bisogno di ipocrisie e possiamo stare senza vederci e non avendo niente da dirci per un altro lustro almeno.

21 Pensieri su &Idquo;Non è che hai vissuto un quinquennio luminoso solo perché lo chiami “lustro”

  1. Dovessero spuntare e reclamare un caffè tutti quelli che mi hanno detto ” ti chiamo, ci vediamo” forse potrei pensare di aprire un bar… sarebbe la volta buona per sistemarsi per sempre .
    Ipocrisia portami via…

    "Mi piace"

  2. In certi casi dare il numero sbagliato (magari di poco, eh, basta una cifra) è la cosa migliore. Che poi se ti chiama davvero magari va pure a finire che non riesci a dirgli di no…

    "Mi piace"

  3. La questone caffé è dibattuta da molto tempo, insieme “oh, ci sentiamo eh! Ci organizziamo e facciamo xyz” [che poi, io, non ho mai capito cosa fosse questo xyz, quindi non mi sono mai presentato].
    Ho scoperto che il metodo migliore per evitare il caffé è dichiararsi disponibile. “Ci sentiamo per un caffé e ci raccontiamo un po’ di cose!” [cosa poi?] “Oh, va bene ok!” [risposta con almeno due affermazioni convinte].
    Non ho più sentito il richiedente caffé da anni. O mi sta aspettando da qualche parte o, anche lui, ha capito di aver messo il piede nel merdone e ha fatto lo gnorri. Con mia indubbia felicità.

    "Mi piace"

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.