50 Pensieri su &Idquo;Non è che la falsa somiglianza madre-figlia sia complicità in reato di Freud

  1. Duke era il migliore della serie!
    Me la sono comprata pure io la camicia a quadri..da boscaiola! Comunque é la prima volta che sento che un ragazzo guardasse quella serie..che é un po’fantascientifica,a mio avviso.Anche perché penso che una mamma debba esser tale e non amica..ma non c’ho voglia di divagare in psicologocia spiccia alle 00.14 del 31 marzo.

    Liked by 1 persona

  2. Non conosco il telefilm ma adottato una sentenza genetica da ignorante perfetto: mi inquietano le donne che fanno di tutto per assomigliare alle loro figlie: cercano di essere giovani e con nuove possibilità attraverso loro, non rendendosi conto che con le nuove possibilità non avrebbero le figlie con cui avrebbero delle nuove possibilità creando il paradosso transferale-subliminale-spazio-temporale tanto caro a noi che non abbiamo studiato.
    Non mi piacciono per niente quel genere di mamme.

    Liked by 1 persona

  3. Io sono una figlia identica al papà. Ma proprio uguale uguale. Eppure in più occasioni mi sono sentita dire “sei tutta tua mamma” perché abbiamo lo stesso modo di parlare e lo stesso tono di voce, credo, dato che non ci somigliamo neanche un po’. Mia figlia, invece, mi somiglia moltissimo. Ricordo ancora che quando mi diedero la foto dell’ecografia in 3D il mio allora marito esclamò “è uguale a te!”. E io gongolai alla vista di quel naso a patata! E no, non vorrei fosse uguale a me ma sono orgogliosa di sembrare uguale a lei.

    Liked by 1 persona

  4. Da donna ben oltre i cinquanta non riesco proprio a capire le mie coetanee (ma pure più giovani) che s’illudono di fermare il tempo giocando con l’apparenza. Mi intristiscono. Inoltre, da ex prof, ho assistito a veri e propri crolli psicologici delle figlie con una madre che attirava le attenzioni dei compagni. Mah, il buon senso a volte pare proprio morto.
    Camicie a quadri? Un must in montagna al di là del telefilm. 😉
    Bello il tuo blog. Mi fermo e mi aggiungo alla compagnia.
    Ciao!
    Primula

    Liked by 1 persona

  5. Mi tocchi il rapporto madre figlia quando non è soggetto alle vecchie regole madre e figlia italiche?!?! ahhhhhhhhhh

    E io sono MADRE! ahhhhhhhhhhh

    E io sono MADRE AMICA ahhhhhhhhhh

    Sallo che…
    … ho un rapporto di amicizia con Progenie❤ (seppur rimango madre) e no, non siamo competitive con le altre donne, ma l'esatto opposto, proprio perchè in seno alla famiglia si impara la bellezza di un rapporto vero tra donne e quanto può dare. Indi lo portiamo fuori casa con il rapporto con le altre donne. Perchè pensiamo che sia lo stesso che abbiamo tra noi.
    Io credo alla sorellanza.

    Credo che quelli a cui ti riferisce non sia amicizia tra madri e figlie, ma un aspetto diverso di cui mi avvalgo della facoltà di non parlare (essendo fatto di sfaccettaure e facilmente fraintendibile scrivendo in poche righe)

    Per quanto riguarda esser ipercritiche… chi quando, come, perchè, eccerto, epperò, guarda il commento che ho fatto… eh si dai un pò lo siamo😛 ma solo perchè non siamo accomondanti sulle cose a cui teniamo o in cui crediamo,

    Io la vedevo la serie (anche Progenie) era nell'orario giusto di precena/cena/postcena. Era una serie che mi coccolava il cuore, mi faceva sperare negli esseri umani con tutti i loro difetti, che nonostante le diversità, i litigi, gli sbagli avevano a cuore gli altri.Eh lo so, tendo a esser un pò utopica

    Mi piaceva il personaggio della madre, diverso dall'icona italica per cui la sua vita si piega in sacrificio della famiglia, senza più stimoli propri o sogni propri.

    Mi piaceva il personaggio della figlia, in crescita dubbiosa, ma con le idee chiare nonostante tutte, un mix di testa e cuore, saggia (più della madre) e pronta ad addentare la vita.

    Mi piacevano tutti, dico tutti i personaggi, ognuno di loro incarnava un mix lati positivi e negativi.

    Mi piacevano i personaggi macchietta perchè nel loro farmi ridere mi facevano vedere quello che non avrei mai voluto essere.

    Eh mi piaceva pure quel pheego di Luke, nonostante la camicia a quadri😛 e la ruvidezza esterna a coprire una morbidezza interna estrema.

    PS: hai dimenticato di citare nel post che le madri amiche, son anche prolisse quando inizano a parlare di cose che gli piacciono

    Mi piace

    • Mi sembra di leggerti in piena forma! E me ne compiaccio.

      Sul telefilm non commento perché non ne ricordo assolutamente nulla. Però mi piaceva la madre. Antropologicamente parlando, da un punto di vista di funzionalità maschile-femminile.

      Però adesso son curioso di approfondire quale sia questo aspetto diverso dalle varie sfaccettature sul quale glissi!

      Mi piace

      • Ci son donne per cui l’unico modo di valere è prevaricare sugli altri (ma questo vale anche per gli uomini).

        Ci son donne che nonostante paiono la sicurezza in terra, hanno così tanta disistima di se, da temere ogni donna (qualsiasi davvero) come potenziale rivale (di che non si bene)
        (o meglio lo so… ma qua apriamo il fatto che la disitima le porta a pensare a loro solo come compagne e non come donne distinte, quindi se portano via il “loro” uomo loro scompaiono e non son più niente)
        (Vedi quante parentesi si aprono e possono essere interprate da chi legge in maniera errata e non possono esser dette con tutte le variabili)

        Ci son donne che temono la vecchiaia perchè nella nostra società abbiano un chador, non fatto di stoffa, ma dalla giovinezza, quando passa… vedi sopra… si sentono scomparire)

        Mi fermo di ho già dato degli spunti no?🙂

        Mi piace

        • Interessanti chiavi di lettura. E leggere tra le parentesi apre altre parentesi.

          Comunque resto dell`idea che situazioni che descrivi le ho riscontrate in mamme che invece di essere mamme tendono a voler assomigliare a copie delle figlie (o forse sono le figlie che copiano le madri o forse è una convergenza, resto nel dubbio).

          Mi piace

  6. Il telefilm non so proprio di cosa parli (ho un rapporto molto dialetti con con la tv. Non guardo quasi nulla, quelle poche cose che mi capita di guardare invece, di solito, diventano una droga). Sul rapporto madre figlia mi lascia interdetto quello che stano costruendo la mia dolce metà e la mia primogenita. Non ha nulla a che vedere con quello che avevo io con i miei genitori, né con quello che ho io con i miei figli. E’ un insieme di competizione, complicità, scontri, alleanze…na cosa complicatissima, neanche a Camp David ne verrebbero fuori! Solo una cosa ho capito: meglio restarne fuori, perché come ti intrometti fai danni.

    Mi piace

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...