Non è che la Regina, il Principe etc. sotto l’albero siano i regali di Natale

Pensavo fosse ancora presto. A dire la verità neanche ci pensavo, fingendo di ignorare il problema. Invece stanno per arrivare, lo sa anche Gandalf, visibilmente preoccupato.

Roma. Via del Plebiscito. Ore 20.

Ho visto una vetrina addobbata a tema natalizio, con tanto di albero.

Forse non è neanche la prima, di certo a breve seguiranno le altre.

Non ricordo più quando il Natale ha cominciato a iniziare quando lo decidono i negozi. Forse è sempre stato così e non vi ho mai fatto caso. Da bambino credo che comunque il lungo periodo natalizio partisse quando lo decideva la tv.

In compenso ricordo benissimo che in casa da qualche anno inizia quando Padre comincia a lavorare al presepe. Ogni volta ne costruisce uno lui pezzo per pezzo, interamente in sughero. Si è specializzato nel ricreare piccoli borghi medievali in cui inserire la natività. Di anno in anno il lavoro diventa sempre più certosino e quindi deve iniziare sempre prima. Quest’anno credo sia partito ad agosto.

Qualcuno domanderà: ma che problema hai col Natale?
Nessuno, proprio nessuno. Mi sta simpatico e conosco uno che si chiama Natale, delle nanerottole che andrebbero benissimo come aiutanti di Babbo Natale e poi mi piacciono gli alberi.


Agli italiani non bisogna toccare le luci di Natale, l’Italia (ma solo all’estero perché in Italia invece ne parlano sempre male) e il cibo.


È questa cosa del tempo! Non fate correre il tempo! Che problema avete? Perché affrettate le cose?!

A proposito di tempo: sarà stata una coincidenza, ma la vetrina natalizia l’ho avvistata proprio oggi che la temperatura è scesa in maniera sensibile. Per la prima volta, dopo lungo tempo, ho avvertito una punta di fresco.

So che c’è gente che si imbacucca già come se dovesse partire per una spedizione per l’Antartide, ma io un problema con la regolazione della temperatura corporea interna. Avverto il caldo molto facilmente. Ingerire cibo aumenta inoltre istantaneamente la mia percezione del calore. Sono una centrale termica, in pratica.

È per questo che da ottobre e per i mesi successivi – fino all’arrivo delle ondate siberiane – mi vesto a cipolla.
Nel senso che il mio stile fa piangere.

Annunci

45 Pensieri su &Idquo;Non è che la Regina, il Principe etc. sotto l’albero siano i regali di Natale

  1. Il “vestirsi a cipolla” mi fa sempre tornare alla mente le raccomandazioni delle maestre il giorno prima della gita scolastica, alle elementari.
    Quando ti facevano scrivere sul diario “Gita a posto a caso!
    – portare pranzo a sacco
    – autorizzazione dei genitori
    – vestirsi a cipolla”

    Mi piace

  2. Non riesco a credere alle vetrine addobbate a tema natalizio. Nella mia zona è comparso uno di quei pupazzoni giganti di BabboNatale con tanto di slitta e renne… va bene il calo delle temperature, ma io penso che stiano tutti dando di matto.
    Tanto alla fine lo sappiamo tutti che Natale arriva solo la vigilia, quando finisci per farti influenzare dalla follia collettiva…

    Mi piace

  3. Ti capisco per l’avvertire il caldo, ignoro il problema della preparazione del presepe perchè in casa siamo dotati di ben tre Nativity Set rigorosamente acquistati dai cinesi e ti ricordo che io sapevo che arrivava Natale dalla Fininvest e da quando la pubblicità virava sul trittico “pandoro – giocattoli – elettrodomestici inutili e costosi”.
    Spettabili saluti!

    Liked by 1 persona

  4. IO DETESTO IL NATALE!!!
    (sarà per questo che non conosco nessun Natale?)

    Detesto le vetrine addobbate a natale, il casino nelle strade, la gente che si fa pippe per regalare cose che andranno in soffitta o in cantina, l’idea dei cenoni, l’idea che a natale si sta in famiglia, detesto il consumismo nato da questi natali, detesto che qualcuno tagli bellissimi alberi per addobbarli e farli morire, detesto l’idea che per forza dobbiamo esser buoni (e infatti credo che si ail periodo in cui divento più cattiva), detesto le musichette scassaminxxxhia che sento ovunque, e detesto che ormai si cominci Natale a ottobre (una volta iniziava con l’8 dicembre, poi i commercianti hanno anticipato a novembre e ora siamo ad ottobre, tra un pò ci troveremo come tuo padre, lui a far il presepe e noi a ferragosto a comprare maglioncini rossi con le renne)

    Insomma se non si era capito
    IO DETESTO IN NATALE

    Mi piace

  5. da anni vado dicendo che adoro il Natale… ma forse è che mi piace l’idea che ne ho nella testa, perché poi in realtà… tutti gli anni succede qualcosa per cui vorrei chiudermi in una stanza piena di batuffoli di cotone e dormire fino a marzo, almeno!…

    Mi piace

  6. Non ascolto più regolarmente la trasmissione, ma ricordo che qualche anno fa Cirri a Caterpillar parlava della sua personale campagna “Natale a Natale”, contro questo anticipo insensato che evidentemente non sono l’unica a non sopportare. Un paio di anni fa poi era sconsolato perché ormai non funzionava più neanche la “diga di halloween” (altrettanto vituperato!).

    Mi piace

  7. la commercializzazione del natale è cosa antica, negozi, tv, spot, ecc. ecc. comunque credo che l’aspetto più inquietante stia in un evento che pochi conoscono, babbo natale in origine era vestito di verde, fu la coca cola ad imporgli il costume rosso.

    Mi piace

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...