Dalla cuCina con odore

Terzo appuntamento con gli aggiornamenti sulla mia vita romana e ora in salsa cinese.


DIDASCALIA RIASSUNTIVA
A fine giugno sono arrivate a casa due cinesi, una maestra di canto e la giovane allieva soprano che è venuta qui a Roma per proseguire gli studi di lirica.


Questa settimana Maestra è partita (per non so dove), quindi a casa è rimasta solo Astro Nascente. Da quando c’è lei l’aria in questa casa è cambiata: letteralmente. Infatti quando rincaso la sera vengo accolto da odori speziati, pungenti e persistenti tipici della cucina cinese.


DIDASCALIA GASTRONOMICA
Per convenzione parlo di “cucina cinese” per quanto in realtà non voglia dir nulla una simile definizione: per un Paese così vasto e popoloso non ha senso infatti parlare di un’unica cucina. È come riferirsi alla “cucina italiana”, ma quale? Quella degli ‘sfinci’ di Palermo o quella della ‘bagna càuda’ di Torino? Non c’è concordanza culinaria neanche tra corregionali: ad Avellino ignorano dei piatti che mangiamo a Napoli e viceversa.
Avrei voluto informarmi su quale fosse la provenienza specifica di Astro Nascente, ma quando le ho chiesto Where are you from?* mi ha risposto Grazie! e non ho insistito per non metterla in imbarazzo. Ma forse avrei dovuto perché quando si stanno imparando nuove lingue è necessario che qualcuno ti corregga o ti ripeta le cose.

* è stata lei a dirmi che parlava inglese meglio dell’italiano

Gli sfinci di san Giuseppe


Sono stato invitato due volte da Astro Nascente a condividere con lei la cena, ma per la fretta ho sempre rifiutato: spero però ci sarà un’altra occasione, perché la cucina cinese (si veda didascalia sopra) mi piace. Per quanto poi la sua presenza resti attaccata alle pareti a lungo.

Coinquilino oggi mi ha chiesto secondo me cosa si potrebbe usare per assorbire gli odori. Non ne ho alcuna idea e non so cosa si possa usare in una cucina, a parte tenere aperte le finestre.

Perciò, cari lettori, sondaggio: cosa usate per assorbire gli odori della cucina quando ci andate pesante col cavolo bollito e il baccalà?

Annunci

40 Pensieri su &Idquo;Dalla cuCina con odore

  1. Per assorbire gli odori basta aprire le finestre non solo della cucina ma anche di qualche altra stanza, di modo che ci sia un flusso d’aria che spinga in fuori quella della cucina. Inoltre basterebbe pulire bene le stoviglie. Si, spesso il cattivo odore deriva proprio dai piatti benchè i detersivi siano troppo schiuma e nessun profumo. opterei per sciacquarli con del limone, o sciacquare il piano cottura con del limone a crudo. Il limone assorbe gli odori e rinvia profumo…

    Mi piace

  2. Credo che creando un po’ d’aria tra due stanze l’odore possa uscire… Comunque visto che io adoro la cucina cinese, sarai curiosa di assaggiare quella preparata da un cinese per un cinese, che secondo me è diversa da quella preparata da un cinese per un italiano. Insomma è come quando mangi la pizza o gli spaghetti all’estero: sono cucinati per quel luogo e non sono come quelli nostri… Spero di essermi spiegata! 🙂

    Mi piace

      • Di base tutti gli olandesi (tranne il mio coinquilino) hanno la friggitrice in casa. Per il resto a me piacciono molto le loro aringhe giganti mangiate fresche. In conclusione per quanto riguarda gli odori fai tu, tra pesce e fritto. 😉
        Il discorso non vale a casa mia, visto che sono io quello che cucina praticamente ogni giorno e che dunque arreca odori alla cucina. Però almeno entrambi i coinquilini apprezzano sempre: “Smell good”. Il bello di essere italiani.

        Mi piace

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...