Dimmi chi sei e ti dirò se la tua è un’opinione pubblica, pubica o pudica

Mi punge vaghezza (o forse non è vaghezza ma una zanzara) di vedere che ne pensano. Un esperimento antropologico. Poso il bicchiere.

“Comunque mi sarebbe piaciuto partire per il vicino Est Europa con una Ong”.

Lui mi osserva e il viso si contrae in una malcelata risata come se avessi detto “mi son comprato un naso da pagliaccio e andrò in giro indossandolo”. Socchiude gli occhi guardando il mio vicino di posto, cercando complicità nel riso trattenuto per educazione.

Concludo allora il discorso in modo frettoloso restando molto sul vago, fino a far morire le ultime parole in un sorso di birra. I bicchieri pieni sono il miglior antidoto all’imbarazzo e un ottimo metodo di evasione.

I feedback degli individui sono filtrati dalle loro esperienze. Ogni essere umano ha il proprio bagaglio di trascorsi che influenza le relative opinioni.

Il che pone un interrogativo: un parere quanto potrà essere oggettivo?

Poniamo che voglia cambiare lavoro, perché non mi soddisfa. Anzi, voglia cambiare vita. Compio allora un sondaggio su un campione molto ristretto:

A) 27 anni, disoccupato ancora in cerca di primo impiego a 3 anni dalla laurea che forse adesso ha un’opportunità. Per 400 euro al mese.
B) 31 anni, disoccupata dopo aver lasciato impiego da baby sitter con lavoretto part-time in corso per conto di un amico (ovviamente in nero).
C) 23 anni, universitaria con alle spalle erasmus/viaggi studio all’estero/stage all’estero in corso.
D) 29 anni, lavoratore in nero non soddisfatto e che non vede prospettive di crescita nell’ambiente lavorativo che frequenta.

I pareri ottenuti sono i seguenti (in ordine sparso):

1) Vai, cambia, se non ti soddisfa. Hai un’età in cui puoi permetterti ancora di scegliere, fa’ quel che ti piace.
2) Parliamoci chiaro, se dessero 1200 euro al mese sarebbe diverso (Premio G.A.C.!).
3) Però di questi tempi un lavoro è pur sempre un lavoro, se non hai di meglio…
4) Io avrei abbandonato già da tempo.

Il gioco è abbinare le risposte alle persone che le hanno rilasciate.

Annunci

26 Pensieri su &Idquo;Dimmi chi sei e ti dirò se la tua è un’opinione pubblica, pubica o pudica

  1. ma al di là dell’esperimento antropologico, a cui dedico pure io il mio tempo generalmente dalla parrucchiera (lì sì che ti accorgi dell’esistenza di un’umanità sconosciuta), Tu che vuoi fare? Cambiare lavoro? Partire per una ONG? o trovare un parere obiettivo? Cmq ecco le mie risposte al giochetto: c4,b3, d1,a2. giusto? forse due sono invertite

    Cmq Gintoki chi mai sceglierebbe di abbandonare un lavoro oggi senza la certezza di averne un altro? Voglio dire esiste ancora qualcuno che si licenzia perchè merita di meglio ma non ha inviato nessun c,v, in giro finora? Non credo. Cat – oggi mi piaccioni i punti di domanda

    Mi piace

  2. io ti dico vai, dall’alto dei miei 39 anni, da dove mi sento di non aver fatto abbastanza quando avrei potuto farlo. e con lo scenario nazionale attuale non penso che te ne pentirai. per quel che ne so, nonostante non paghi su un profilo economico, non è comunque facile arrivare a fare un’esperienza simile. ma se puoi vai, anche solo per non doverti rimproverare nulla un giorno.

    Liked by 2 people

  3. Il mio abbinamento è a2, b3, c1, d4.
    Fare una scelta ponderata è consigliabile, poi è chiaro che per quanto pensata, non è detto sia quella giusta. Forse eviterei, anche in base alle mie esperienze, di posticiparla all’ infinito.

    Mi piace

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...