E tu, sai farlo in modo discreto?

AVVERTENZA: post dal contenuto ureico.
Sottotitolo: la demenzialità delle cose che leggo su internet non ha confini.
Sto pensando di fare una rubrica a periodicità casuale sulle cose più astruse, demenziali, esilaranti, imbarazzanti (e altri vari aggettivi simili in ordine alfabetico) lette in rete.

Facciamo un passo indietro. Esistono siti che fungono da archivio di articoli sul “Come fare per”, ad esempio Sapere.it, Ewrite.us e via dicendo; in realtà, lo scopo del sito non è fornire guide agli utenti ma accumulare visite, perché da lì proviene il guadagno. A volte questo accade a discapito della qualità dei contenuti, dovendo rispettare delle regole di ottimizzazione (come l’inserimento obbligatorio di determinate keywords) per comparire nei risultati delle ricerche. 3 anni fa scrivevo per un sito del genere che offriva guide e recensioni. Mi occupavo di tecnologia, ma per guadagnare qualche spicciolo in più (si veniva pagati ad articolo + il numero di visite) capitava di dover scrivere articoli assurdi del tipo “Come acquistare palloncini colorati” o “Dove acquistare un pc 486 (in un museo, forse)”. Ma chi diavolo deve ricorrere a cercare su internet una cosa simile?

Quando pensavo appunto di averle viste tutte, sono capitato su wikiHow (che, a quanto ho capito, non è manco un paid2write e non paga per gli articoli: quindi certe cose vengono scritte volontariamente e gratuitamente!). E navigando navigando tra le varie guide, ho trovato questo articolo e mi son detto Fermo! Deve finire nel mio museo virtuale degli orrori!:

Immagine

Non linko l’articolo perché non voglio incrementare le visite al sito, però giuro che è la roba più esilarante che io abbia mai letto. E con tanto di disegnini esplicativi su come mingersi nelle mutande o nei jeans e andarsene in giro inzuppati, perché sarebbe così più discreto (???). Ma perché, mi chiedo, perché?
Jackie_ae7e53_140788

Ci sono alcune perle encomiabili:

Immagine

Sentito? E staccatevi un po’ da Facebook, dal cellulare o da chissà quale altra perdita di tempo! Chiudetevi in bagno a fare esercizio, è divertente! E poi, volete mettere la sensazione di freschezza: la pelle sarà più bella e più idratata. E se avete qualche blocco psicologico nel farlo all’aperto, ecco alcuni consigli:

Immagine

Forza! Uscite nel cuore della notte e innaffiate il vostro cancello di casa. Quando sarete pronte, potrete anche organizzare dei pee-party:
– Ciao cara, che si fa stasera?
– Io stavo organizzando una uscita per una bella pisciata di gruppo, tu ci sei?
– Oh, non vedo l’ora! Mi sono allenata tutta la settimana di notte sullo zerbino del vicino!

Ma dove ho compreso la genialità perversa di chi ha scritto una cosa simile, è stato alla fine dell’articolo:

Immagine

Non scherziamo su queste cose. Conosco gente che è entrata nel tunnel e non esce più. Se un giorno dovessi avere una figlia, sarò categorico: figliola, drogati pure, ma non iniziare a pisciare di nascosto.

Mi son sentito quasi invidioso e ho cercato una guida per gli uomini. Non c’è, però ho trovato questo

Immagine

Giustamente, uno arriva a quasi 30 anni e ha ancora dei dubbi su come funzioni (per non parlare del “quando”!). Ho riso, poi mi è tornata in mente l’immagine dei bagni della mia Università che mi hanno fatto compagnia per 6 anni e ho pensato: oddio, forse c’è veramente qualcuno che non sa come si faccia in modo corretto. Volete sapere com’era entrare in quei bagni a metà mattinata? Vi faccio ascoltare una registrazione: ciaff! ciaff! ciaff!.
E non sto esagerando. Ma c’è tanta gente con problemi all’impianto idraulico o siamo proprio noi maschi a essere zozzi?

Perla finale:

Immagine

Caspita, che idea! E io che ho sempre scavato una fossetta nel terreno oppure innaffiato piante e porte!…Beh, sono un gatto, in fondo.

In ogni caso, non ho parole.

E ora, visto che va di moda in fondo agli articoli: dopo questo aver letto questo post ti senti
>=( Arrabbiato
=D Felice
=X Schifato
=( Triste
8′) Scusa, devo andare a mingere in pubblico

Annunci

52 Pensieri su &Idquo;E tu, sai farlo in modo discreto?

      • una volta i miei compagni di classe sono andati in gita a Firenze. io non ci andai per una questione di lillari….. al ritorno un ragazzo viene preso di mira tutti i santi giorni. poi una mia compagna mi racconta…… sto ragazzo si trovava a firenze. avevano appena finito di pranzare che vanno a fare un giro. già nel pullman aleggiava un odore strano, ma, scesi dal bus si accorgono che questo tizio ancheggiava in modo strano e cercava ripetutamente di sistemarsi i pantaloni all’altezza del sedere. con non chalance la classe percorre il ponte vecchio e lui, tranquillo facendo finta di niente continua ad aggiustarsi i pantaloni, quando ad un tratto qualcuno si accorge che dal sedere si intravede qualcosa che pende…… lui ha fatto finta di niente fino al ritorno in hotel, la sera. credimi.

        Mi piace

  1. Ok, non guarderò mai più l’umanità nello stesso modo. Avrò il terrore che qualcuno stia facendo pipì mentre mi passa accanto, mentre mi parla, mentre compra i pomodori..!!!

    Mi piace

  2. Che cosa affascinante. Ai ragazzi che incontrerò sulla strada della mia vita da ora in poi chiederò:”senti, tu hai già iniziato ad usare l’orinatoio?” E alle ragazze intimiderò:”ok, piacere mio ma per favore non piasciarti addosso adesso”.

    Mi piace

  3. Che scema io che mi faccio venire una cistite quasi pur di tenerla quando magari sono in giro e non c’è un bagno a portata di vescica… Che poi stavo guardano le modalità: in costume la fai e poi ti rotoli nella sabbia così asciugi… Blah

    Mi piace

  4. Sono scandalizzata dalla mancanza di serietà di questi tizi! Come si può consigliare questa pratica senza spiegare nemmeno come nascondere l’odore che inevitabilmente una si porta addosso?! Non so, guarda, certa gente davvero è così pressapochista…

    Certo che certa gente non ha veramente di meglio da fare!

    Racconta mio padre di aver visto, da bambino, sua nonna sollevarsi la gonna, allargare le gambe e farla in piedi, in campagna. Ora, parliamo di una donna nata negli ultimi decenni dell’800 e che comunque tentava di non bagnarsi la gonna.
    Mha…

    Mi piace

    • Mi hai fatto venire in mente un aneddoto che mi raccontò un amico.

      Quartieri popolari di Napoli. Anziana donna affacciata alla finestra di un “basso” vede passare un personaggio poco simpatico. Gli urla dietro “Fai schifo! Ti urinerei in faccia!”.
      Il padre del mio amico, fine osservatore e analizzatore del mondo, domanda: “Mi scusi, Donna xxx, ma tecnicamente come potrebbe riuscirci?”
      “E che ci vuole? Lo stendo per terra, alzo la gonna e gliela faccio in faccia”.

      Donne di altri tempi, tutta un’altra tempra.

      Mi piace

  5. Gin, è dal 1986 che non uso più un bagno per pisciare… vado direttamente dal balcone. Secondo me unisce vari benefici: a) non devo tirare l’acqua e le riserve idriche sono contente; b) tempra il fisico, se fatto in inverno; c) tempra l’ego, se fatto su un balcone che da su cortili affollati etc etc.

    Mi piace

  6. Ma più che la pipì, io sarei più per il fare la cacca indiscretamente. Tipo fingere di allacciarsi le scarpe o raccogliere un fiore per terra, per poi scaricare i propri eccessi.
    Se si è preoccupati dei rumori, si può sempre confonderli con dei versi da scimmia o far partire Pitbull dal cellulare (tanto per stare in tema merda).
    Caro Gintoki, hai comunque un talento nel trovare certe cose, fattelo dire. Bel post, mi hai aperto ad una nuova visione della vita. Farò più caso a certe cosce bagnate ora. E agli urinali, questa immensa scoperta.

    Mi piace

    • Voto per Pitbull, tanto è ovunque e fa featuring con chiunque. Si potrebbe fare “Evacuazione d’emergenza feat. Pitbull”. Conoscendo la sua sobrietà ed eleganza, penso non si faccia problemi a essere d’accordo

      Mi piace

      • Secondo me Pitbull la fa come i cani davvero, in mezzo a tutti. Per niente discreto. Poi spazza con i piedi per terra, mandando in giro escrementi ovunque.
        “No, cattivo Pitbull, non si fa!”
        E ti guarda con sguardo triste, di chi non capisce cosa ha fatto, da dietro quei suoi cazzo di occhiali da sole comprati dal marocchino sulla spiaggia di Alghero.

        Mi piace

  7. Mi hai fatto ricordare quel meraviglioso arnese che vidi anni fa su un catalogo dell’incommensurabile D-Mail, una sorta di imbuto in stoffa usa e getta per consentire alle signore di orinare nelle boscaglie o nelle piazzole di emergenza in estrema semplicità. Peccato che il business non abbia funzionato…

    Mi piace

    • Ma sai che ogni tanto lo vedo riproposto, qualcuno ci prova a fargli prendere piede…o, comunque, è la classica curiosità da internet che vien sempre buono riproporre, come la scatoletta di tonno da aprire quando non sai che cucinare.

      Guarda, non mi spiego ancora perché questo business non abbia sfondato! 😀

      Mi piace

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...