Pillole di Sol Levante

DSCN0097

Kinkaku-ji, Kyoto

Tornato dal Giappone, vorrei condividere in maniera semiseria alcune cose che mi hanno colpito.

1) Il Giappone è un Paese basato sugli omini. C’è un omino per tutto. C’è l’omino che indica la fila, l’omino che raccoglie le foglie morte da terra, l’omino che fa gesti inutili alla partenza del treno, l’omino che apre la porta, l’omino che pulisce il corrimano della scala mobile…

2013-12-28 05.03.08

Gli omini sono così importanti da essere riportati sui cartelli

2) Lo sport nazionale giapponese è fare la fila.

3) Dev’esserci un cattivo rapporto tra i dentisti e le ragazze giapponesi: molte hanno i denti storti.

4) Non ci credevo fino a che non l’ho visto con i miei occhi: le ragazze hanno tutte le gambe storte e camminano come delle sbullonate. Il baricentro delle loro rotule viola qualunque principio fisico.
Ma con quelle minigonne con cui vanno in giro, possono far tutto ❤

5) È più facile trovare giapponesi che comprendono l’italiano che giapponesi che comprendono l’inglese. Corollario: attenzione a fare commenti in pubblico, è possibile che qualcuno comprenda ciò che diciate. Ci è successo due volte.

6) Il concetto di tovagliolo a tavola sembra essere sconosciuto. Il consiglio è quindi quello di non gettare il fazzoletto umido che mettono a tavola per pulire le mani prima di mangiare. Sarà il più prezioso alleato durante il pasto.

7) Un altro concetto sconosciuto sembra essere quello di “asciugatore” nei bagni pubblici. Sarà per questo che le donne giapponesi (anche alcuni uomini) girano con nella borsa un asciugamanino.

8) La cosa più scioccante in Giappone è viaggiare nei mezzi pubblici accompagnati da uno strano rumore. Non ti rendi conto di cosa sia fino a che non realizzi che è semplicemente…il suono del silenzio. Niente vociare inconsulto, niente suonerie millifoniche, niente persone che parlano al cellulare tenendoci a farti sapere ciò che stanno dicendo…

9) La metropolitana di Tokyo è il posto ideale per un pisolino veloce. È innanzitutto pulita, i sedili sono morbidi e su molti treni sono anche riscaldati.

10) In Giappone inchinarsi è importantissimo. I controllori sui treni, prima di entrare in un vagone, si inchinano e ripetono lo stesso gesto anche uscendo. Fa niente che si trovino nel senso opposto rispetto all’orientamento dei sedili e nessuno li veda. Si inchinano lo stesso. Uhm, ma potrebbero inchinarsi perché si sono accorti che tu li stai guardando! I giapponesi si inchinano se nessuno li vede? Un albero che cade in una foresta dove non c’è nessuno, fa rumore? ‘mbuto! Chi lo ha inventato? Su Rieducational Channel!

11) L’inchino è contagioso. Dopo un po’ comincerete a inchinarvi a chiunque, il che è positivo se vi trovate in Giappone. Ma se vi rimane addosso anche tornati in Italia, beh, preparatevi a essere presi per il culo.

12) Per segnalare che non si può accedere a un posto o che un determinato atteggiamento è scorretto, un poliziotto vi imiterà Mara Maionchi

13) Il cibo pronto da riscaldare che vendono nei konbini (convenience store) a poche centinaia di yen (pochi euro nostri, si può fare un pasto a 3-4 euro) sembra più buono di quello servito in alcuni ristoranti giapponesi in Italia. Il che lascia molto da pensare.

14) Quando torni in Italia la cosa che ti mancherà di più sarà il water con la tavoletta autoriscaldante.

DSCN0365

Il bidet incorporato, invece, è sì una gran figata ma poco pratico per gli “standard europei”.

Tornando seri un momento, dico che è stato un viaggio bellissimo. Ho conosciuto persone molte interessanti, compagni di viaggio (che non conoscevo prima della partenza) simpatici e affabili e dai quali ho imparato molte cose. Torno sentendomi arricchito.
Uno dei ricordi più belli è la visita al Tempio del Padiglione d’oro (quello nella foto d’apertura). Faceva un freddo cane e a un certo punto ha iniziato a nevicare. Però era bellissimo, mi sarei gettato su un prato a osservare quello spettacolo. E poi sarei morto assiderato, dettagli.

Domanda: ci ritornerai? Certamente.

Questo un video che ho girato a Nara: è la preparazione tradizionale dei mochi.

26 Pensieri su &Idquo;Pillole di Sol Levante

  1. Prima di tutto! Sono contento di rivederti Gintoki-san!
    Bello il racconto ehehe… ci sono cose che, non essendo mai stato in Giappone, mi hanno fatto divertire.
    Una cosa, però, la devo dire: io, il cesso con il bidet incorporato (chiamato anche Bi-cesso), ce l’ho a casa ed è la vera rivoluzione del XX secolo. Posso assicurarti, e te lo giuro, che ho persone che vengono a casa mia e si assentano al cesso per ore solo per provare l’ebbrezza del Bi-Cesso. Una cosa che mi rende quasi orgoglioso.
    Sono un fan di Rieducational Channel… andrò a vedere la tua puntata sui giapponesi 😀 eheheh

    Ben rientrato in questa valle di lacrime!!
    Zeus

    ps: la compilation sei riuscito a sentirla? Ti piaceva? Curiosità professionale 😀 eheheh

    "Mi piace"

      • Hey, il Bi-cesso è una delle cose che rendono la mia tenda canadese (che io chiamo appartamento 😀 ehehe) una vera attrazione per il pubblico. Fossimo più vicini, ti inviterei (non per il cesso, logico eheh).

        Soon contentissimo che la compilation ti sia piaciuta! 🙂 ho provato a mettere qualcosa di groovy come mi hai chiesto… si vede che ho fatto centro! 😉

        "Mi piace"

  2. che interessante… e io che mi sono sentita virare mentalmente di 180 gradi passando qualche tempo con una famiglia marocchina… ben altro mi attende! (speriamo, prima o poi…)

    l’atmosfera del tempio doveva essere magica… ❤

    K.

    "Mi piace"

  3. Cosa ti hanno insegnato i cartoni animati giapponesi, quelli dove non c’è nemmeno un personaggio asiatico? Ma ovvio, che il Giappone è bellissimo! Mi hai fatto venire voglia di andarci. A dir la verità ci penso fin da quando ero bambino.

    "Mi piace"

  4. oddio è tutto vero! anch’io ho avuto le stesse impressioni!! beh e quelli che si appisolano in metropolitana? e poi magicamente si svegliano alla fermata giusta? chissà cosa pensano di noi i giapponesi quando vengono in Italia…gli sembreremo i trogloditi con l’osso di dinosauro infilato fra i capelli…bellissimo post, mi ha fatto tanto ridere!

    "Mi piace"

    • In realtà secondo me non è così, anzi, loro ci stimano per essere il loro opposto: fuori dagli schemi, imprevedibili…cioè se a un giapponese tessi le lodi della loro società così ordinata ed efficiente, lui storcerà un po’ il naso, dirà beh sì però meglio voi in Italia.

      Ciò non toglie che si stupiscano di alcune cose, del tipo che sulle scale mobili noi ci mettiamo come cavolo ci pare e loro dicano “ma come, non è più comodo che chi non ha fretta stia da un lato?”

      Diciamo che secondo me a entrambi i popoli non farebbe male contaminarsi con un po’ di caratteristiche dell’altro.

      "Mi piace"

  5. Carino il resoconto nipponico.
    La questione odontotecnica non m’era giunta all’orecchio.
    Invece mi sono accorta della loro adusa comprensione dell’italiano (anche se ero a Las Vegas) a seguito di mio commento ad alta voce nei confronti di un bel giovine japanese, che, comunque, mi ha consentito poi di farci amicizia.

    "Mi piace"

    • Che poi ho anche chiesto il perché conoscano l’italiano o se ne interessino. Niente, semplicemente ci ammirano, sono appassionati dell’Italia. Ho conosciuto una giappica che voleva imparare l’italiano semplicemente perché vuole imparare a fare la pizza.

      "Mi piace"

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.