La politica delle vacche

 
Conoscerete, penso, quel gioco che gira su internet e che illustra le varie forme di governo prendendo come esempio un paio di mucche: esempio, socialismo: hai due mucche, il tuo vicino ti aiuta ad occupartene e dividi il latte con lui, eccetera. Oppure, burocrazia: Hai due mucche, il governo stabilisce come le devi nutrire e quando le puoi mungere. Poi ti paga per non mungerle. In seguito le prende entrambe, ne uccide una, munge l’altra e ne butta via il latte. Alla fine ti costringe a riempire alcuni moduli per denunciare le mucche mancanti.
 
Io avrei pensato ad ampliare gli esempi
 
DEMOCRAZIA ITALIANA
Hai 2 mucche, metti su una azienda che però chiude ogni anno in stato di pesante passivo.
Negli anni ’70 e ’80 lo Stato interviene allora con cospicue sovvenzioni di denaro pubblico, ma poi negli anni ’90 arriverà l’UE che dirà stop agli aiuti di Stato.
Lo Stato allora tenterà di risolvere la situazione nominando un commissario straordinario a capo dell’azienda, che resterà in carica 2-3 anni, lascerà l’azienda in rosso e se ne tornerà a casa cuccandosi una buonuscita di circa 6 milioni di euro.
Il Governo allora gioca l’ultima carta: si accolla tutti i debiti e dà le mucche ad una cordata di allevatori.
La cordata di allevatori intende rilanciare l’azienda scegliendo di macellare una mucca e facendo produrre il doppio del latte alla mucca restante, però con la metà del mangime a disposizione.
Il Comitato Giovani Impiegati del Latte però si oppone a questo piano e gli allevatori, stizziti perchè non hanno potuto arraffare le mucche alle loro condizioni, se ne vanno.
Alla fine le due mucche moriranno di fame.

DEMOCRAZIA NAPOLETANA
Vuoi comprare un paio di mucche ma vuoi risparmiare.

A Piazza Garibaldi un tipo te ne offre un paio a metà prezzo, ma arrivato a casa scopri che t’han fregato e al posto delle mucche ci sono un paio di mattoni.
Deciso a non farti fregare nuovamente, stavolta compri due mucche vere e pensi di mettere su una azienda, ma arriva subito la camorra a chiederti una percentuale. Per forza di cose devi accettare, ma per non rimetterci tieni le tue mucche in nero e le fai pascolare su un vecchio campo abbandonato, non curandoti del fatto che fino a 10-15 anni prima era usato come discarica di rifiuti tossici provenienti da fabbriche del nord-est d’Italia: anzi, da quando le tue mucche sono diventate fosforescenti, la cosa ti torna comoda perchè risparmi sulla bolletta della luce.
Ma un brutto giorno viene scoperto che il tuo latte non è genuino, tu vieni denunciato e le tue mucche sequestrate finiscono in un deposito di roba sequestrata, gestito da un imprenditore affiliato alla camorra.
Intanto l’economia Campana va in ginocchio perchè con questo scandalo vengono boicottati tutti i prodotti tipici provenienti da questa regione.
Nel frattempo nel nord Italia si continua a produrre e vendere latte alla diossina senza che scoppi scandalo alcuno. 
 
 
VATICANO
Hai due mucche, le tieni in una stalla decorata con affreschi rinascimentali e arazzi barocchi, le porti in giro per il mondo e le fai passare tra due ali di folla, le presenti in uno stadio come delle rockstar, le fai adorare dalla gente, gli altri allevatori devono chinarsi a baciare i loro zoccoli e una volta morte esponi pubblicamente i loro cadaveri perchè possano continuare ad essere venerate.
Di tanto in tanto ricorderai alla gente di rifiutare ricchezza e opulenza, di non farsi tentare dal potere e di non adorare gli idoli.
 
 
Annunci

Un pensiero su &Idquo;La politica delle vacche

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...