Lo scuba diving

 

Tornato finalmente operativo, dopo 6 formattazioni e 5 o.s. installati (4 diverse versioni di Winzozz + Linux Kubuntu).

 

Dopo una prima formattazione, resasi necessaria per dare nuova vita al pc, Winzozz mi aveva fatto un bello scherzetto, non mi vedeva più in Risorse del computer il secondo hd da 300 gb, quello che uso come archivio. In gestione disco compariva, ma senza una lettera assegnata (la lettera che contraddistingue tutti i driver, l’hd principale ad esempio in genere è C, il lettore è D e così via) e con l’impossibilità di assegnargliene una.

Ho provato tutti i programmi di questo mondo, Partition Magic, Acronis, Hiren’s boot (un cd con una suite di programmi di emergenza), niente.

 

Ho provato diversi o.s. e con nessuno la cosa si risolveva; solo con Kubuntu l’hd era pienamente accessibile ma sorgeva un problema: Kubuntu non lo so usare, e se volevo l’hd dovevo convertirmi stabilmente ad esso (mentre io sono propenso ad imparare poco alla votla usandolo accanto a Winzozz). Così ho provato un’altra copia di Xp più aggiornata, che mi permetteva di assegnare la lettera, ma per accedere all’hd dovevo comunque formattarlo.

 

E così, rassegnato all’idea di perdere gran parte dei dati, dopo aver recuperato – tramite un programma che recupera file da hd danneggiati, formattati o semplicemente non riconosciuti – una cinquantina di giga di file sfruttando il primo hd per il backup, ho formattato e ora è tutto a posto.

 

Ringraziamo Winzozz per il ruolo da protagonista nella storia.

 

 

 

Ah, cosa c’entra il titolo?

Niente.

 

Ieri mi è capitata tra le mani una mia vecchia agenda di Radio Dj del liceo, dove al suo interno i vari deejay’s si raccontavano, elencavano film preferiti, canzoni, ed hobby. Tra i tanti c’era Andrea Pezzi (a proposito, che fine avrà fatto? Ma chi se ne frega) che raccontava della sua passione per lo scuba diving; e oggi come allora ai bei (?) tempi del liceo, una domanda mi è sorta: che cavolo è lo scuba diving?

 

Meno male che c’è la bibbia dei poveri (wikipedia) che corre in soccorso:

 

La subacquea, o scuba diving, è l’uso di un equipaggiamento di respirazione autonomo per immergersi e rimanere sott’acqua per lunghi periodi di tempo.

 

E io che credevo  chissà cosa fosse.

 

Edit: Nel commento al precedente post ho inserito la traduzione dell’articolo di El Pais.

Annunci

Si accettano miagolii

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...